Lombardia

Villa Naj

 

L’Oltrepò Pavese non è mai stato un posto per grandi chef. Se si esclude l’esperienza di un giovanissimo Enrico Bartolini a Le Robinie di Montescano, durata qualche anno finché il toscano si è trasferito al Devero, con la memoria occorre risalire molto addietro, al tempo di Mario Musoni e del suo Al Pino – curiosamente sempre a Montescano, che di abitanti ne fa 389 – primo locale stellato nella zona. 

C’era bisogno di nuove sfide: come quella che ha intrapreso recentemente Federico Sgorbini, noi lo abbiamo conosciuto nel dream team di Andrea Ribaldone a Identità Expo, ma prima ancora aveva fatto parte della brigata di Bartolini proprio a Le Robinie, quindi sempre con lui all’Osteria Perillà in Toscana e, dopo Expo, è stato sous di Ribaldone a I Due Buoi di Alessandria al tempo della stella, poi chef al prestigioso hotel Bauer di Venezia. In mezzo, anche stage all’allora tristellato Al Sorriso nel Novarese, al The Ledbury a Londra col grande Brett Graham, e all’istituzione in foggia di ristorante, Le Taillevent.

Sgorbini, classe 1986, è oltrepadano doc, originario di Fortunago. Dal primo novembre 2017 guida i fornelli di Villa Naj, allo sbocco di un’altra valle, quella del Versa, a Stradella. Bellissima struttura, intanto: si tratta di una villa nobiliare del 1850 nel centro della città, con splendido parchetto interno. Nelle antiche cantine dell’edificio, mattoni a vista e ottime scelte di design, la famiglia Viglini ha voluto affidargli la cucina, con una brigata giovane (Mauro Enoch, classe 1983, e Marsilio Ramo, classe 1991) e 32 coperti.

Scelta intelligente: Sgorbini e il suo staff sono una ventata d'aria fresca nella cucina oltrepadana. Specie col nuovo menu, che omaggia il territorio, però senza paraocchi: c'è la rilettura dei piatti della tradizione locale; c'è l'uso diffuso delle eccellenze dei dintorni, che sono molte; ma la formazione dello chef lo porta ad andare al di là dei confini, innestando suggestioni più vaste di tavola contemporanea. Traspaiono un evidente talento, una perfetta padronanza tecnica e non poche idee, che meritano ulteriore approfondimento. Oggi a Villa Naj la proposta appare convincente, ma la sensazione è che vi siano ancora ulteriori margini di crescita, man mano che lo chef prenderà confidenza con la realtà nella quale lavora e perfezionerà la sua visione di quanto lo circonda.

Chef
Federico Sgorbini

Sous-chef
Marsilio Ramo e Mauro Enoch

Ai dolci
Elisabetta Bettaglio

In sala
Vincenzo Liuni

In cantina
Giacomo Viglini

Contatti

+39 0385 42126
via Martiri Partigiani, 5
27049 - Stradella (Pavia)
najstradella.com


Chiusura
martedì; a pranzo aperto solo sabato e domenica
Ferie
variabili
Menu degustazione
38, 55 e 65 euro
Antipasto
17 euro
Primo
15 euro
Secondo
20 euro
Dolce
8 euro

Cos'ha scoperto lo chef
la bellezza dell'Oltrepò Pavese e le storie vere dei suoi contadini
Perché fermarsi
perché finalmente anche l\'Oltrepò Pavese ha un indirizzo di alta cucina

Lo chef consiglia
Trattoria La Moretta, Località Moretta 283, Borgonovo Val Tidone (Piacenza)

+ 39.0523.862551

Dove dormire
hotel Italia, via Mazzini 4, Stradella (Pavia), hotelitalia.pv.it

+ 39.0385.245178

Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it

Condividi l'articolo