Il meglio di Roma in 15 mosse

di Maria Pasquale
Stefano Callegari e i suoi celebri trapizzini, uno degli streetfood d'autore più amati di Roma. E' tra i 15 luoghi del cuore della giornalista e blogger italo-australiana Maria Pasquale, autrice del nostro racconto (foto www.mercatocentrale.it)

Stefano Callegari e i suoi celebri trapizzini, uno degli streetfood d'autore più amati di Roma. E' tra i 15 luoghi del cuore della giornalista e blogger italo-australiana Maria Pasquale, autrice del nostro racconto (foto www.mercatocentrale.it)

Sono nata a Melbourne da genitori italiani e ho sempre saputo che l’Italia sarebbe stata il mio destino. Nel 2011 ho lasciato la mia famiglia e la mia carriera in Australia per trasferirmi a Roma. Era la città dei miei sogni e, nonostante fosse stata meta delle mie vacanze almeno una dozzina di volte, ogni volta che ci tornavo, me ne innamoravo ancora di più.

La mia passione per il cibo e i viaggi alla fine hanno avuto la meglio sulla mia carriera nelle pubbliche relazioni e - 6 anni dopo - mi ritrovo a essere una giornalista freelance, autrice di un Heart Rome, un blog premiato e seguito in più di 100 paesi. A breve uscirà il mio primo libro con le migiori ricette della tradizione romana e i miei racconti su Roma. Ho mangiato in alcuni tra i ristoranti migliori al mondo, ma Roma continua ad attirarmi come un magnete: le sue continue evoluzioni non fanno altro che riconfermarla una delle “capitali mondiali del cibo”.

Questi sono alcuni tra i ristoranti, bar e luoghi che amo della Città Eterna; dove mangio, bevo e assaporo il gusto di ciò che mi circonda. Molti di questi posti hanno dato forma alla mia vita romana e sono felice di rivelarli a voi. Venite con me alla scoperta di Roma.

Jerry Thomas Speakeasy  || Cocktails
(vicolo Cellini 30, +06.96845937, www.thejerrythomasproject.it)
Un ottimo indirizzo per cocktail sorprendenti e sapientemente miscelati. Deve il suo nome al padre della mixologia americana ed è stato il primo Speakeasy ad aprire in Italia. Non puoi entrare qui senza una prenotazione e una password. In questo locale seminterrato e arredato in stile anni Venti, i cocktail sono incredibili. Ma vi avverto: non servono vodka e hanno parecchie regole da seguire che sono esposte al bar. 

Da Enzo al 29 || Trattoria
(via dei Vascellari 29, +39.06.5812260, www.daenzoal29.com)
La mia trattoria di fiducia, non mi ha mai deluso in 6 anni. È un ristorantino in una delle vie più tranqullle di Trastevere. Troverete tutto quello che vi aspettate da una tipica trattoria romana: buon cibo, servizio amichevole e atmosfera vivace. I tre fratelli Francesco, Roberto e Maria Chiara sono come una famiglia e la passione che hanno per il buon cibo e il supporto che danno ai produttori locali sono contagiosi. Per me, la loro carbonara è la migliore di Roma e non vado mai via da lì senza aver preso anche la mousse di mascarpone e fragoline.

Osteria der Belli || Pesce
(piazza di Sant’Apollonia 11, +39.06.5803782)
Leo e la sua famiglia sono di origine sarda e gestiscono questo ristorante da oltre 30 anni. È frequentato ogni sera (eccetto il lunedì) sia da turisti che persone del posto. Considerata la sua vicinanza a piazza Santa Maria in Trastevere, a volte passa inosservato ma sarebbe un vero peccato lasciarselo sfuggire. Il pesce fresco qui arriva ogni giorno e, ho una predilezione per il loro carpaccio di spigola e per gli spaghetti alle vongole, che mi fanno sognare di essere in spiaggia ogni volta che li mangio! Per non parlare della pasta fatta in casa e dei ravioli, tutto impeccabilmente preparato dalla sorella di Leo.

I ragazzi della La Punta Agaveria, ristorante messicano (foto facebook)

I ragazzi della La Punta Agaveria, ristorante messicano (foto facebook)

La Punta Agaveria || Messicano
(via di Santa Cecilia 8,  +39.06.5816665, www.lapuntaexpendiodeagave.com)
Nella mia amata Trastevere può succedere di sentirsi catapultati in Messico. Frutto dell’ingegno del Jerry Thomas Speakeasy e dell’istituzione del quartiere, Freni e Frizioni. I proprietari hanno vissuto in Messico per raffinare e portare questo concept a Roma. Il risultato? Autenticamente messicano e immerso in un’ambientazione a dir poco divertente. Per cominciare, il guacamole è fresco e cremoso al punto giusto e anche i tacos sono fantastici. Il menu è stagionale (incluse anche le specialità del giorno). Per non parlare dei cocktails, presentati in un menù impaginato come fosse un passaporto: sfido chiunque a non scattagli una foto. Scegli in base ai tuoi gusti o fidato dei barman perché lo staff qui sa come prepararli e, se il mezcal fa per te, sei proprio nel posto giusto.

Il Sorpasso || Aperitivo
(via Properzio 31, +39.06.89024554, sorpasso.info)
Il Sorpasso, zona Prati, non fa che superarsi ogni volta. È aperto tutto il giorno, dalla colazione al dopocena. Per l’aperitivo consiglio un tagliere di patanegra o la degustazione di formaggi, accompagnati da un cocktail servito nei loro classici barattoli di vetro. I tavoli all’esterno non si possono prenotare, ma c’e` spazio anche per chi vuole restare in piedi e sorseggiare un drink fuori.

Da Remo || Pizza romana
(piazza di Santa Maria in Liberatrice 44, +39.06.5746270)
L’unico problema che ho rispetto a questa pizzeria del quartiere Testaccio è che sono tifosi della Lazio, mentre io ho il cuore giallorosso. Nonostante ciò, non riesco a rinunciare alla loro pizza tonda, la migliore di Roma. Sottile, leggermente carbonizzata come vuole la tradizione - è la perfetta pizza romana scrocchiarella. Negli altri locali provo diversi gusti di pizza ma, da Remo, scelgo sempre la classica margherita. Anche i fritti romani sono imperdibili. Per non parlare della parmigiana di melanzane.

Supplì || Pizza al taglio
(via di San Francesco a Ripa 137, +39.06.5897110)
È una tavola calda piccolissima che passa quasi inosservata, ma lo staff sa come sfornare un’eccellente pizza al taglio. La marinara è la migliore che io abbia mai assaggiato. La pizza al taglio è preparata alla vecchia maniera, cotta nei sottili vassoi e, una volta sfornata, resta sottile, leggera e croccante. Anche la pizza bianca è sottile e salata al punto giusto: i miei gusti preferiti? Condita con zucchine e stracciatella o zucchine, peperoncino e provola. Come dice il nome, fanno anche i supplì - tra i migliori di Roma (come anche i fritti e tante altre specialità).

L'ingresso del Romeo Chef & Baker di Cristina Bowerman e Fabio Spada, un concept cui appartiene anche la pizzeria Giulietta

L'ingresso del Romeo Chef & Baker di Cristina Bowerman e Fabio Spada, un concept cui appartiene anche la pizzeria Giulietta

Giulietta || Pizza gourmet
(piazza dell’Emporio 28, +39.06.45229022, giuliettapizzeria.it)
E' la pizza proposta da Cristina Bowerman ne suo nuovo locale, Romeo & Giulietta. Non si tratta della classica pizzeria di quartiere: i prodotti di prima qualità vengono scelti con cura insieme ai pizzaioli, sia romani sia napoletani, per creare qualcosa di speciale. Dai fritti alla pizza, qui potrete assaggiare entrambi i tipi di pizza.

Zuma || Rooftop Bar
(via della Fontanella di Borghese 48, +39.06.992666622, www.zumarestaurant.com)
Situata in cima a palazzo Fendi, nel cuore della città, è la terrazza/rooftop bar più alla moda. Potrete immaginare di essere in qualunque altra città del mondo, da New York a Melbourne. Zuma, brand internazionale-giapponese, ha aperto anche a Roma nel 2016 ed è perfetta per chi è alla ricerca di un ambiente ricercato. I cocktail sono sapientemente miscelati, la vista panoramica arriva fino a Trinità dei Monti ed è possibile scegliere circa il 70% dei piatti proposti dal menu. Fantastico sia per l’aperitivo che per la cena.

Antica Caciara || Gastronomia
(via di San Fracesco a Ripa 140, +39.06.5812815)
Una tappa irrinunciabile per assaporare formaggi e salumi di qualità. Albino Pollica aprì l’Antica Caciara Trasteverina nel 1900 e suo nipote Roberto cominciò a lavorarci nel 1963, all’età di 13 anni. Roberto è ancora qui con la moglie Anna. Sono l’orgoglio del quartiere. Quando faccio la spesa settimanale di formaggi spero sempre in cuor mio che sia lui a servirmi, perché il suo sorriso e la sua generosità hanno letteralmente il potere di migliorare la giornata. Funziona più o meno così: gli chiedo cosa mi piacerebbe e lui risponde con il suo “Ci penso io tesoro!”. È qualcosa di più di un negozio di formaggi, e non solo per me, ma per tutti i trasteverini, i romani e i fornitori. È un posto fatto di storia, passione e amore.

Trapizzino || Streetfood
(via Giovanni Branca 88, +39.06.43419624, e altre sedi www.trapizzino.it)
Non posso vivere senza il triangolo di pizza bianca farcita di Stefano Callegari. I miei trapizzini preferiti sono quello al pollo alla cacciatora e quello con doppia panna (burrata e alici). Il marchio del Trapizzino è ormai diffuso in tutta Roma e da poco è sbarcato a New York. Recentemente ho intervistato Stefano e mi ha detto che il suo successo è collegato alla nostalgia e, in un certo senso, il Trapizzino incarna la “scarpetta”, con la sua farcitura dei piatti tipici delle mamme e nonne romane: alcuni esempi? Le polpette al sugo, la lingua con salsa verde e l’immancabile trippa alla romana. (Vari location. Trapizzino

Il fascino di Trastevere (foto Flickr)

Il fascino di Trastevere (foto Flickr)

Trastevere || Pasticceria
(via Natale del Grande 49, +39.06.5818719)
La signora Vera gestisce questa pasticceria nel cuore di Trastevere dagli anni Settanta. Vanta un’irresistibile scelta di pasticcini e torte ed è impossibile andare via da qui a mani vuote. Assolutamente da provare sono i suoi favolosi bignè con crema di zabaglione e i cannoli ripieni di crema pasticcera. Anno dopo anno, è lei a preparare la mia torta di compleanno: pan di Spagna, crema chantilly e fragoline... Successo assicurato.

Glass || Cucina d'autore
(vicolo de’ Cinque 58, +39.06.58335903, www.glass-restaurant.it)
Cristina Bowerman ha portato un tocco cosmopolita a Trastevere. Amo il fatto che lei sia l’unica chef donna della città ad aver ricevuto la stella Michelin. Ci ho mangiato per oltre 5 anni ed è sempre stato all’altezza delle aspettative. La tartare di manzo è tenerissima pur mantenendo una giusta consistenza e con il tobiko, i capperi e la salsa di wasabi ha un sapore davvero fresco. Come rinunciare poi al dolce a base di gelato al Baileys?

Innocenti || Biscottificio
(via della Luce 21, +39.06.5803926)
Quando entri in questo biscottificio, è un po’ come tornare indietro nel tempo. Appartenente alla stessa famiglia da tre generazioni, adesso è Stefania Innocenti a gestirlo. Dice che il cuore di questo negozio è il forno, lungo 16 metri, lì dagli anni Sessanta. Ogni giorno potete ammirare una grande varietà di biscotti che escono dal forno e i vassoi ancora caldi e fumanti che vengono sistemati in cima ad esso. Eh sì, è davvero questo il cuore pulsante di una tradizione familiare che continua a sfornare ogni giorno oltre 60 tipi di biscotti e dolcetti.

Trastevere di giorno || Passeggiata
Trastevere è un set cinematografico a cielo aperto. La sua origine popolare ha determinato un’identità propria e una mentalità a sé stante che i trasteverini conservano ancora oggi. Percorrendo i vicoletti, camminando lungo le strade decorate di edera rampicante, passando per piazze come Santa Maria in Trastevere, entrando in basiliche come Santa Cecilia, capisco perché persone da tutto il mondo vengono qui: perché Trastevere è bellissima. È qui che si possono ancora trovare gli autentici tesori del gusto serviti da generazioni di famiglie romane, nonostante i locali turistici. Spesso consiglio ai turisti di abbandonare la mappa, di avventurarsi nei vicoletti e farsi guidare dal vento tra queste strade meravigliose.

Maria Pasquale
Maria Pasquale

nata a Melbourne da genitori italiani, formazione in scienze politiche, è giornalista, autrice e blogger di successo con HeartRome. Imminente la pubblicazione di un libro sulle ricette della tradizione romana