Veneto

Le Calandre

Certo, il Quadri a Venezia dà su piazza San Marco e il Caffè Stern a Parigi è incastonato in un angolino di un passaggio coccolosissimo, sono punti che aiutano, ma avete mai visto dove gli Alajmo hanno le Calandre? Sulla statale tra Vicenza e Padova, a Sarmeola di Rubano, in un piccolo edificio senza storia e fascino. Segno che è davvero forte la loro capacità di attirare clienti che non cadono certo dentro per caso.

A maggio 2018 Massimiliano compirà 44 anni e tutti si sorprenderanno perché a 18 impressionava per sicurezza e maturità, più avanti nel tempo per auto-ironia e freschezza. Ieri sembrava più adulto, adesso più giovane. Rimanendo sempre se stesso, il lato cucinante di una medaglia che vede suo fratello Raffaele preoccuparsi di organizzazione e realizzazione sogni per lasciare libero il cuoco di badare al cibo senza distrazioni.

Simbiosi totale, celebrata in carta con il menu Max e quello Raf, accanto al percorso dei classici. Opzione l'ultima che mette ordine nei ricordi. Assaggi una volta ancora il Cappuccino di seppie al nero e sai che non è di questo lustro, ma che sia del 1996 ti lascia di sale visto che Max aveva 22 anni.

C'è l'ingrediente al centro del lavoro, vestito di fresca allegria. Un esempio: la Scarpetta di canocchie, carciofi e bottarga è all'interno di una piccola scarpa in vetro, cenerentola style. Si ride in un tempio dell'alta cucina, complice un servizio inappuntabile e giovanissimo. Il Wafer di semi con gelato di polpo ti spiaggia per via del mare sotto forma di gelato, e poi perché piccante. Non vi è mai nulla di banale alle Calandre.

 Brambilla-Serrani

Chef
Massimiliano Alajmo

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef
Diego Magro

Ai dolci
Sara Nostrini con la supervisione di A. Brozzetti

In sala
Andrea Coppetta Calzavara

In cantina
Matteo Bernardi

Contatti

+39 049 630303
via Liguria, 1
35030 - Rubano (Padova)
alajmo.it
info@alajmo.it


Chiusura
l'intera domenica, l'intero lunedì e martedì a pranzo
Ferie
tre settimane variabili a gennaio e tre ad agosto
Prezzo medio vino escluso
135 euro
Menu degustazione
225 euro
Tavolo dello chef per 8 persone

Cos'ha scoperto lo chef
l'acqua
Perché fermarsi
la prima volta per il menù dei classici, dalla seconda per quelli tutto novità

Lo chef consiglia
La Folperia, piazza Della Frutta, Padova

+ 39.347.5701232

Dove dormire
hotel La Bulesca, via Enrico Medi 2, Rubano (Padova), labulesca.it

+ 39.049.8976388

Paolo Marchi
Paolo Marchi

nato a Milano nel marzo 1955, al Giornale per 31 anni dividendosi tra sport e gastronomia, è ideatore e curatore dal 2004 di Identità Golose.
twitter @oloapmarchi

Condividi l'articolo

Guida 2018 - Valrhona