Veneto

Locanda San Lorenzo

7 gennaio 1900. La storia della locanda della famiglia Dal Farra iniziò allora. I nonni di Renzo - il patron e lo chef, oggi affiancato dal giovane e bravo Paolo Speranzon - avviarono una semplice osteria per dare ristoro a chi lavorava nel vicino mulino. I genitori, negli anni Cinquanta, inaugurarono la cucina e le prime camere, ma per la svolta epocale bisognò attendere un epico litigio. A seguito di un diverbio tra Renzo e la madre, lei decise di non mettere più piede in cucina e di lasciare i fornelli al figlio "ribelle", un vero ostinato con la voglia di innovare.

Era il 1985. Dopo lo choc iniziale, causato dalla perdita della clientela affezionata al menu fisso e poco incline a nuove raffinatezze, tutto cominciò a girare per il verso giusto tanto che nel '97 arrivò la prima stella Michelin che ha sempre continuato a splendere fulgida. Il presente racconta di una proposta ricercata ma fedele ai sapori del territorio, che fa da sfavillante passerella a prelibatezze quali l'agnello d'Alpago, il pesce di torrente o deliziosi ortaggi quali il fagiolo gialèt. Nessun vincolo stretto però: anche il pescato dell'Adriatico e le bontà delle regioni mediterranee vengono declinati abilmente in ricette golose rodate dalla soddisfazione del pubblico.

Da non perdere la Trota dell'Alpago marinata con avocado e chutney di ananas e peperone, così come l'intrigante Risotto con ostriche, porcini, salsa al lemongrass, zenzero e finocchio o il Controfiletto di vitello con finferli e porcini e salsa al tartufo nero. Servizio premuroso, carta dei vini ben studiata e di respiro internazionale.

Chef
Renzo Dal Farra e Paolo Speranzon

Sous-chef
Damiano Dal Farra

Ai dolci
Marco De Luca

In sala
Mara Zanon e Angela Saviane

In cantina
Mara Zanon e Ornella Barattin

Contatti

+ 39 0437 454048
via General Cantore, 2
32015 - Puos d'Alpago (Belluno)
locandasanlorenzo.it
info@locandasanlorenzo.it


Chiusura
mercoledì
Ferie
2 settimane variabili a fine gennaio
Carte di credito
no Diners
Menu degustazione
66 e 75 euro
Antipasto
18 euro
Primo
18 euro
Secondo
30 euro
Dolce
12 euro
Tavolo dello chef per 4 persone

Cos'ha scoperto lo chef
cucinare la selvaggina nelle preparazioni più svariate così da utilizzare ogni parte dell'animale
Perché fermarsi
per la Degustazione di agnello d'Alpago

Lo chef consiglia
pasticceria Centeleghe, via Giacomo Matteotti 30, Farra d'Alpago (Belluno)

+ 39.0437.451194

Dove dormire
nella camere della stessa locanda

+

Andrea Ciprian
Andrea Ciprian

Bellunese, classe 1972, è giornalista freelance e da un decennio collabora con diverse testate enogastronomiche venete e nazionali. Dirige il web magazine dolomitireview.com

Condividi l'articolo