Campania

Taverna del Capitano

Parecchi anni fa uno dei più straordinari gourmet italiani, Marino Barendson, scopriva a Nerano una località amena di pescatori, là dove finisce la strada. Erano Marina di Cantone e la Taverna del Capitano, ristorante che proponeva innovative sorprese e che possedeva quella che lui definiva la vera anima del cibo elevata ad alta cucina, con prodotti locali e piatti di pesce realizzati dalla famiglia Caputo.

Su sua indicazione, in un tiepido pomeriggio, raggiungemmo Marina di Cantone, venendo presi da una bellissima sensazione di pace: il solo rumore era lo sciabordio delle onde. Sulla porta, con un sorriso, c'era Salvatore Caputo, il "capitano", già uomo di mare come ufficiale su navi mercantili. Tanta strada è stata percorsa da allora, con grandi riconoscimenti, e molto si deve al talento di Alfonso Caputo, figlio di Salvatore (chef che propone piatti che lasciano il segno come l'Annecchia alla Genovese, piatto storico e denso di radici culinarie, o il fantastico spaghetto aglio, olio, totani al pomodoro e ricci di mare) e alla profonda competenza e dedizione di Mariella Caputo, sua sorella, sommelier che si occupa di una cantina da migliaia di etichette e che si muove in sala con il marito Claudio Di Mauro, maître.

Quest'anno si festeggiano i 50 anni e tutti loro ancora si ispirano al percorso indicato da Salvatore che da esperto navigatore aveva intuito il vento e segnato la rotta da seguire: quella universale della semplicità e della comprensione del piatto elevati al massimo gusto che Alfonso, punto di riferimento dell'intero Mediterraneo, realizza ogni giorno.

Leggi anche
Taverna del Capitano, tre generazioni, cinquant'anni di ricordi

 Brambilla-Serrani

Chef
Alfonso Caputo

Vai alla scheda dello chef

In sala
Claudio Di Mauro

In cantina
Mariella Caputo

Contatti

+39 081 8081028
piazza delle Sirene, 10/11
80061 - Massa Lubrense (Napoli) - Marina del Cantone
tavernadelcapitano.it
info@tavernadelcapitano.it


Chiusura
lunedì
Ferie
da novembre a marzo
Menu degustazione
70, 90 e 110 euro
Antipasto
28 euro
Primo
22 euro
Secondo
30 euro
Dolce
16 euro

Perché fermarsi
perché quando si andrà via, si avrà subito voglia di ritornare: che sia per gli Spaghetti alla Nerano (che da soli valgono il viaggio), per l'atmosfera che si respira, per la cantina colma di tesori

Lo chef consiglia
il Bar dell'Artista, in piazzetta a Nerano. Un curioso luogo in cui fermarsi per un ottimo caffè e ammirare le opere del barista/pittore

+

Dove dormire
nella Locanda annessa al ristorante, appena rinnovata: farsi coccolare in riva al mare

+ 39.081.8081028

Belinda Bortolan
Belinda Bortolan

vent'anni (quasi) di esperienza nella comunicazione e nel marketing enogastronomico e alberghiero, ha scritto per L'Espresso ed è docente per scuole di specializzazione post lauream

Condividi l'articolo