Friuli Venezia Giulia

Al Cacciatore de La Subida

La storia di ristorazione della famiglia Sirk comincia nel 1959 con l’apertura di un’osteria di campagna, divenuta nel tempo serio riferimento per la buona cucina del Collio friulano sotto la guida del patron Josko Sirk, origini slovene, una passione per la gastronomia e un’acetaia in legno annessa alla struttura, per produrre dal 2005, più per hobby che per denaro, un aceto di Ribolla gialla, venduto anche in bottigliette spray.

Era il ’68 quando prese in mano l’attività. Nell’82 aggiunge sei case di campagna, a inizio ’90 con la moglie Loredana comincia a recuperare vecchi piatti della tradizione. Poi nel 2000 l’innesto di una cucina più raffinata, cresciuta nelle mani del genero-chef Alessandro Gavagna, marito della figlia Tanja, consolidata esperienza e sguardo attento al territorio, senza tante sottigliezze con la vicinissima Slovenia; un ambiente in cui si mescolano i climi mediterranei e continentale e dove – anche a tavola - s’incontrano le culture slava, austriaca, veneta e giuliana.

Partendo da questa eredità mitteleuropea, con accenni creativi e un bel lavoro di alleggerimento sul piatto, nascono ricette come il filetto di cervo alla brace con uova di trota e gocce di purea di pistacchio, sintesi d’incontro tra nord e sud, montagna e fiume, o proposte più tradizionali come lo stinco di vitello al forno, preparato però con bella materia prima selezionata da una rete di fornitori locali. Siamo in una terra di grandi vini, la carta è ampia, ben assortita e rende onore al territorio.

 Brambilla-Serrani

Chef
Alessandro Gavagna

Sous-chef
Denis Tommasini

Ai dolci
Veronica Ruggeri

In sala
Michele Paiano

In cantina
Mitja Sirk

Contatti

+39 0481 62388
via Subida, 52
34071 - Cormons (Gorizia)
lasubida.it
info@lasubida.it


Chiusura
martedì e mercoledì
Ferie
16-28 febbraio
Carte di credito
no American Express
Prezzo medio vino escluso
60 euro
Menu degustazione
52 e 65 euro

Cos'ha scoperto lo chef
i pesci di fiume (trota, salmerino e temono) del tratto sloveno del fiume Isonzo
Perché fermarsi
per la Tartare mista di cervo e salmerino su insalata di topinambur, pelle croccante fritta e nuvole di polenta

Lo chef consiglia
Enoteca di Cormòns, piazza XXIV Maggio 21, Cormòns (Gorizia): un ventaglio di grandi vini del Collio

+39.0481.630371

Dove dormire
presso la stessa Subida, via Subida 52, Cormòns (Gorizia), info@lasubida.it

+39.0481.60531

Massimiliano Rella
Massimiliano Rella

Giornalista, fotografo, comunicatore nei settori turismo, viaggi, enogastronomia. www.maxrella.com 

Condividi l'articolo