DRINK RESPONSIBLY
DRINK RESPONSIBLY

Ricerca

Veneto

Aga dell'hotel Villa Trieste

Come nasce un piatto di classe? «Ricordo i fantastici calamari alla griglia che mangiavo in Grecia. Ma ora il mare è distante e io uso i prodotti che trovo qua attorno». Allora cuoce al vapore un albume d’uovo, prepara una specie di garum con le teste di sarde secche disidratate: poi griglia il tutto e condisce con olio all’aglio orsino e limone: ecco Calamaro di montagna, ossia ricordo, tecnica, fantasia, rispetto per il prodotto, sapore. Oliver Piras è un 1986 che, nonostante la giovane età, possiede appieno tutte le armi del grande chef.

Lontano dalla bolgia food, nel suo Aga di San Vito di Cadore dove l’ha portato l’amore per Alessandra Del Favero, si diverte davvero a proporre un mondo goloso impossibile altrove, fatto di nasturzi al grasso d’oca, salse di rosa camuna con cui condire fettuccine di patata, dashi di montagna, linguine al mirtillo e salsiccia, mirra delle Alpi e mille altre straordinarie singolarità gastronomiche.

Ci sono sempre gusto e armonie ben bilanciate, con contrappunti acidi-amari assai contemporanei; mai, invece, spettacolarizzazione, voglia di stupire a tutti i costi, se non quando lo chef ti porta orgoglioso nel suo orto e racconta come sia stato fertilizzato “all’antica”, con concime della Val Pusteria, foglie di castagno e fieno. La verità è che tra queste cime Piras sembra aver scovato, attento e sereno com’è, un vero filone d’oro: quello che stimola la sua intelligenza creativa a dare il meglio, a prosperare feconda e strutturare così sempre più una grande cucina, già oggi di livello assoluto.

 

Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it

 Brambilla-Serrani

Chef
Oliver Piras e Alessandra Del Favero

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef
Andrea Piras

In sala
Michele Tarroni

In cantina
Michele Tarroni

Contatti

+39 0436 890134
via Trieste 6
32046 - San Vito di Cadore (Belluno)
agaristorante.it
info@agaristorante.it


Chiusura
mercoledý
Ferie
ottobre e novembre
Carte di credito
no American Express e Diners
Menu degustazione
65 e 85 euro
Antipasto
18 euro
Primo
18 euro
Secondo
25 euro
Dolce
10 euro
Coperto
4 euro

Cos'ha scoperto lo chef
il Calamaro di montagna
Perché fermarsi
per i I subioti (ditalini) di farro in brodo vegetale e spolverati di... formaggio? No, trota salmonata grattugiata

Lo chef consiglia
El Briete de Larieto, 200 Frazione Alvera', Cortina D'Ampezzo (Belluno), elbritedelarieto.it

+39.368.7008083

Dove dormire
nelle camere dello stesso hotel Trieste

Condividi l'articolo

Ricette dello chef

Oliver Piras e Alessandra Del Favero

"La Pardula"