Spagna

Compartir

La catalana Cadaques, per la sua posizione a ridosso del confine con la Francia, ricorda Ventimiglia rispetto a Mentone e alla Francia. Solo che lì, nel tratto finale della Costa Brava, non vi sono strade costiere e così, per raggiungere questo gioiello, bisogna inerpicarsi lungo i tornarti delle colline del Cap de Creus. E farlo armati di pazienza soprattutto nei mesi più cari ai turisti. Il rischio è quello di non potere parcheggiare ed essere rispediti al mittente se non si è prenotato una stanza. Va da sé che il golosone sincero avrà messo la sua bandierina anche sul ristorante di Mateu Casañas, Oriol Castro e Eduard Xatruch.

Questi tre ex scudieri di Ferran Adrià al tempi magici del Bulli nella vicina Roses, lo hanno inaugurato quasi un lustro fa, aprile 2012. L’idea portante è dichiarata espressamente nel nome scelto, Compartir, condividere, e in un certo senso preannuncia l’altra loro realtà, quel Disfrutar, "divertirsi" in italiano, che avrebbero lanciato quasi tre anni dopo a Barcellona, dicembre 2014. Senza il successo del primo, non avremmo avuto il secondo (e non li avremmo premiati nel 2018 come Migliori chef stranieri). E non solo per una questione economica, ma perché a Cadaques prevale una linea più tranquilla e facilmente leggibile, mentre a Barcellona si apre maggiormente il gas.

Fermo restando che uno può ordinare una pietanza solo per sé, penso a tavoli con clientela in numero dispari o a uno geloso o schizzinoso, compagni che è meglio perdere, l’idea vincente a Cadaques è quella che il piatto sia messo in mezzo e gustato assieme. Terra, mare e tanti sorrisi.

Chef
Mateu Casañas, Oriol Castro e Eduard Xatruch

Sous-chef
Marc Llach

Ai dolci
Victor Martinez

In sala
Ramon Canaleta

In cantina
Roger Malrgalef

Contatti

+ 34 972 258482
riera Sant Vicenç
17488 - Cadaques
ca.compartircadaques.com
info@compartircadaques.com


Chiusura
lunedì e martedì in primavera e autunno; lunedì in estate; domenica e lunedì in inverno
Ferie
4 gennaio-1 febbraio
Prezzo medio vino escluso
60 euro

Cos'ha scoperto lo chef
i cannelloni con il tonno rosso
Perché fermarsi
per l'esperienza indimenticabile e per l'idea di condivisione attorno a cui gira il ristorante

Lo chef consiglia
La Mallorquina, plaça Doctor Trèmols 8, Cadaqués

+34.972.258283

Dove dormire
Nou Estrelles, carrer Sant Vicens s/n,

+34.972.259100

Paolo Marchi
Paolo Marchi

nato a Milano nel marzo 1955, al Giornale per 31 anni dividendosi tra sport e gastronomia, è ideatore e curatore dal 2004 di Identità Golose.
twitter @oloapmarchi

Condividi l'articolo