Lombardia

Joia

Cultura è scegliere e quella di Pietro Leemann è scelta dell’impegno di tutta una vita. A 21 anni è da Girardet, a 23 da Marchesi, a 29, nel 1990, inizia l’avventura del Joia. Da subito ambiziosa: “Alta cucina vegetariana”, che oggi, testualmente, è “Alta cucina naturale”. Questa scelta ha comportato la diffusione di un messaggio ben preciso da parte del nostro, ma lo ha altresì un poco emarginato rispetto a quella che per tradizione, secondo critici e appassionati, è la grande cucina, a dire quella con al centro un elemento proteico.

Ma, ormai squarciato in più luoghi, tempi e modi questo velo ideologico, oggi che il veg è persino di moda, quella che nitida emerge è la figura di un maestro. La sua è grande cucina vegetariana? Vegana? Certo, ma più di tutto è grande cucina, supera ideologie e steccati. L’arte di Leemann è narrativa, visiva, gustativa, nel solco della scuola dei grandi maestri. La cucina del Joia riserva il piacere dell’arte del gusto tout court. Un ristorante nel quale affrontare ogni nuovo menu è sempre più stimolante, perché tecnica e finezza gustativa non smettono tuttora di evolvere.

Il locale, poi, è elegante e accogliente, il personale accompagna l’ospite con immediatezza d’empatia e calda misura. E, andando un poco indietro, già verso la fine del Settecento il cuoco napoletano Vincenzo Corrado scriveva un “Trattato del Vitto Pitagorico” al quale attribuiva pari dignità e presenza in unico volume rispetto agli altri suoi trattati di cucina. La storia del gusto, sempre sulla bocca di tutti o carsica, non ha mai termine. Ars longa, vita breve.

 Brambilla-Serrani

Chef
Pietro Leemann

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef
Sauro Ricci e Davide Larise

Ai dolci
Beatrice Celi

In sala
Antonio di Mora

In cantina
Antonio di Mora

Contatti

+39 02 29522124
via Panfilo Castaldi, 18
20124 - Milano
joia.it
joia@joia.it


Chiusura
domenica
Ferie
variabili
Menu degustazione
90, 110 e 130 euro
Antipasto
29 euro
Primo
29 euro
Secondo
37 euro
Dolce
18 euro

Perché fermarsi
Cucina vegetariana? Cucina veg? No, semplicemente una grande cucina, che supera ideologie e steccati

Lo chef consiglia
Ginmi, cucina coreana di qualità, via Paisiello 7: «il mio preferito è il riso servito su una pietra bollente con tofu e ortaggi» ginmimilano.com

+ 39.02.29516394

Dove dormire
Cascina Caremma a Besate (Milano) dove trovate anche l'orto sinergico del Joia, caremma.com

+ 39.02.94609067

Gianni Revello
Gianni Revello

Ligure, nell'attesa di ciò che mangerà talvolta scrive di ciò che ha mangiato: buono da scrivere, buono da mangiare

Condividi l'articolo

Ricette dello chef

Pietro Leemann

Le mie dolci verdure

Pietro Leemann

Finalmente la non pasta!

Pietro Leemann

Punto di svolta

Pietro Leemann

Oh mio caro pianeta

Pietro Leemann

Paesaggio interiore

Pietro Leemann

Relazione privilegiata