Piemonte

Guido

Ci sono dei luoghi e delle tradizioni talmente ricche e talmente resistenti a ogni attacco del tempo e dei tempi che mettono quasi in imbarazzo nel doverne parlare invece di semplicemente viverle nella loro attualità. La storia degli Alciati è un patrimonio della cucina piemontese e nazionale e per tratteggiare l’affabilità e la resilienza (Piemonte in purezza) di questa casa provo a riferire un episodio raccontatoci da Piero Alciati.

Un loro cliente superato il traguardo della pensione aveva pensato bene di invitare nel ristorante una volta al mese un gruppo di amici, ma ponendo come condizione il potersi portare da casa …il vino? No, qui non è proprio il caso, basti veder la cantina, bensì… Un quadro, al quale attribuiva tutta una personale valenza, da poter appendere al muro dietro alle spalle per la durata del pranzo. Il ristorante come casa, la casa come ristorante: il trait d’union di affetti e effetti personali, e anche un po’ di celia, no? (sì da provocare, ma lieve non greve, un: “O basta là!” …altro Piemonte, in Eco).

Dopo aver fatto fare nel corso di molti pranzi un lungo tour di tutte le specialità langarole e piemontesi, gli Alciati non sapevano più cosa proporre al cliente e al seguito. Ebbene: si ricomincia! Qualche novità verrà fuori per forza! Oltre alla filologia, le novità con sensibilità e sapienza non mancano in questa tavola. Classici e no, dalla mia ultima visita pesco solo qua e là il Cardo di Nizza, acciughe, pera, gli Agnolotti, ricetta di Lidia, al tovagliolo, il Cosciotto di capretto di Roccaverano al forno. Va da sé: con un grande tartufo.

 Brambilla-Serrani

Chef
Ugo Alciati

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef
Claudia Innorta e Antonio Della Vista

Ai dolci
Ambra Pagella

In sala
Erica Ceravegna

In cantina
Giorgia Salvano

Contatti

+39 0173 626162
via Alba, 15
12050 - Serralunga d'Alba (Cuneo)
guidoristorante.it
info@guidoristorante.it


Chiusura
domenica sera e l'intero lunedý; a pranzo aperto solo sabato e domenica
Ferie
3 settimane variabili a gennaio e 2 ad agosto
Menu degustazione
80 euro
Antipasto
22 euro
Primo
22 euro
Secondo
27 euro
Dolce
14 euro

Cos'ha scoperto lo chef
il pepe nero della Valle Maggia (Svizzera): pestato con liquore alle erbe della valle, aromatico
Perché fermarsi
per esperire il Piemonte in purezza

Lo chef consiglia
Osteria Veglio, frazione Annunziata 9, La Morra (Cuneo), osteriaveglio.it

+39.0173.509341

Dove dormire
nelle camere della Foresteria di Fontanafredda dove si trova il ristorante

+

Gianni Revello
Gianni Revello

Ligure, nell'attesa di ciò che mangerà talvolta scrive di ciò che ha mangiato: buono da scrivere, buono da mangiare

Condividi l'articolo

Ricette dello chef

foto Federica Tafuro
Ugo Alciati

Vitello tonnato