DRINK RESPONSIBLY
DRINK RESPONSIBLY

Ricerca

Friuli Venezia Giulia

Agli Amici

Storia, famiglia, rispetto, materia prima, squadra e poi, ma solo poi, anche tanta tecnica. Questi i pilastri dell'oasi Scarello. Li percepirete ovunque presenti: nell'etere, nel verbo e nei piatti dell'esperienza che dovrete concedervi. Se parlate con Emanuele, scoprirete che ha la tendenza a mettersi in secondo piano e a esaltare le qualità del gruppo di lavoro. Certo, tu la sorella te la ritrovi e che fortuna avere al fianco Michela, una vita monastica dedicata al cliente, che meriterebbe il Grand Prix de l'Art de la Salle.

Ma che dire della capacità di creare e motivare una squadra di una ventina di giovanotti importanti, consolidandola e limitandone a zero il turnover? In quante cucine di grido oggi trovate un solo stagiaire? E qui torniamo al rispetto, il sesto senso secondo Scarello, perché tutto quello che crei con rispetto ti ritorna. Il rispetto verso il personale gli è valso lo sdoppiamento della brigata e la sua crescita nella conduzione di ristoranti importanti in un famoso complesso in Sardegna.

E' responsabile anche la scelta di rifiutare più volte la tv per vivere tutti i giorni col cliente? E vi suona meritevole coniare una tecnica di cottura lenta nel vetro per proporre le ricette di osteria al top, nel bistrot, controllando personalmente il processo e poter così firmare una cucina bistellata democratica? I piatti sono il conseguente lato b di tutto ciò, li lasciamo a voi ma fidatevi: è la cucina della maturità di chi ha vissuto e praticato la rivoluzione. Nel Gallo ruspante tostato con trota affumicata, salsa di scalogno e chiodi di garofano c'è tutto!

Stefano Zambon

A lungo responsabile delle risorse umane di Partesa e mentore di Partesa per il Vino, dedica tempo ed energie alle grandi passioni della vita: cibo, vino e ristoranti d’autore

 Brambilla-Serrani

Chef
Emanuele Scarello

Vai alla scheda dello chef

Sous-chef
Raffaello Mazzolini

Ai dolci
Leonardo Zanon

In sala
Michela Scarello

In cantina
Gianluca Castellano

Contatti

+39 0432 565411
via Liguria, 252
33100 - Udine
agliamici.it
info@agliamici.it


Chiusura
domenica sera, l'intero lunedì, martedì a pranzo e mercoledì a pranzo
Ferie
una settimana variabile a febbraio, 3 tra luglio e agosto e una settimana a novembre
Carte di credito
no Diners
Menu degustazione
90 e 100 euro
Antipasto
30 euro
Primo
29 euro
Secondo
35 euro
Dolce
18 euro

Cos'ha scoperto lo chef
Il "sesto senso", ovvero il senso di responsabilità verso il cliente e il proprio personale
Perché fermarsi
per la Minestra di "gò" con gnocchi alla plancha, spinaci scottati, anguilla affumicata e foie gras

Lo chef consiglia
Ai Ciodi, villaggio di pescatori all'isola di Anfora, nella laguna di Grado: grande storia e pesce da urlo, portobusoaiciodi.it

+39.335.7522209

Dove dormire
Al Sa di Te, via Liguria 275, Udine, alsadite.sc@gmail.com: ottimo b&b adiacente

+39.349.0030611

Condividi l'articolo