Sicilia

Capofaro

Questa terrazza sospesa tra le stelle e il mare è una parentesi del mondo dove corpo e anima riprendono lo stesso battito. È la sala open-air del ristorante del Capofaro Malvasia & Resort, una delle cinque tenute dei Conti Tasca d’Almerita, viticoltori da 8 generazioni, produttori vinicoli siciliani tra i più acclamati in Italia e fuori, ed esclusivissimo hotel con ventuno camere incastonate tra 6 ettari di vigneto di uva malvasia.

Lo chef salernitano Ludovico De Vivo è brillante, ha grandi doti e vanta importanti esperienze internazionali tra cui un contatto prolungato con il Nordic Food Lab; il suo stile è elegante e diretto, indicativo di notevole sapienza tecnica e di fondamentale controllo sugli effetti. Imprescindibile un’accurata selezione degli ingredienti: è lui in persona ad esempio, prima di entrare in cucina, a rimboccarsi le maniche nell’orto a ridosso delle vigne in un’affascinante e suggestiva raccolta delle verdure e delle erbe aromatiche da utilizzare per il servizio.

Si goda della morbidezza e della sostanza del succulento Sushi di carne siciliana, delle gustosità mediterranee e rotonde della Triglia a beccafico con consommé di agrumi e del carattere impetuoso del Risotto aglio, olio, prezzemolo, ricci e pesce crudo. Capolavoro vegetale di apparente semplicità il Filetto di cavolo ai capperi di Salina fritti. Degna conclusione di una cena da sogno i dessert di Gabriele Camiolo: la Brioche siciliana, zabaione e yogurt di Capofaro e il Tiramisù eoliano sono due dolci e imperdibili celebrazioni del territorio di magistrale tecnica e golosa complessità.

Chef
Ludovico De Vivo

Sous-chef
Gabriele Camiolo

Ai dolci
Gabriele Camiolo

In sala
Vincenzo Saladino

In cantina
Natalia Lodato

Contatti

+39 090 9844330
via Faro, 3
98050 - Salina (Messina) - Malfa
capofaro.it
info@capofaro.it


Chiusura
mai, formula light lunch sempre a pranzo
Ferie
15 ottobre-1 maggio
Menu degustazione
70 e 90 euro
Antipasto
18 euro
Primo
24 euro
Secondo
28 euro
Dolce
18 euro

Cos'ha scoperto lo chef
l'ingrediente vegetale e le sue molteplici e inesplorate potenzialitÓ gastronomiche
Perché fermarsi
per la sferza fresca, marina e mediterranea dei Fagottini di foglie di cappero, palamita e finocchio fermentato, sintesi vibrante di tecnica e ricerca

Lo chef consiglia
Ristorante Nni Lausta, via Risorgimento 188, Santa Maria Salina (Me): ambiente pulito e informale e ottima materia prima

+39.090.9843486

Dove dormire
nelle camere del lussuoso resort tra mare, montagna e vigneti di malvasia

+

Davide Visiello
Davide Visiello

classe 1974, napoletano emigrato al Sud, sommelier e assaggiatore di caffè, è convinto che chi è nato a Vico Equense, come lui, sia inderogabilmente munito di imprinting gourmet. Vive, scrive e organizza eventi a Palermo, ma mangia e beve ovunque

Condividi l'articolo