Toscana

La Cucina della Lodola

«...e come carne abbiamo dell'ottima Fassona». Niente Chianina in val di Chiana? A La Cucina della Lodola funziona così: solo il meglio. Quindi se lo chef Carlo Porcu – classe 1978, mezzo toscano e mezzo sardo - conosce a Sinalunga un allevatore di splendidi esemplari di razza piemontese, non si fa problema a scegliere quelli, anche perché «sono bio, so cosa mangiano. Compro e macello personalmente una mezzana, e poi utilizzo ogni sua parte».

Sarà anche per ciò che, in un pasto eccellente, il piatto che forse colpisce di più le papille gustative è una tartare. Mangiata mille volte? Non come questa: la carne a temperatura ambiente e tagliata a pezzettoni da mordere, che cedono sotto le fauci rivelando una natura sopraffina. Nasconde un'acquacotta ai porcini, suadente; ma il tocco decisivo è quello delle fresche erbe di campo che ne completano lo spettro aromatico, fissando nella memoria un equilibrio perfetto.

Un piccolo capolavoro che racconta molto di questo insospettabile indirizzo di campagna aperto nel dicembre 2014 in un’ex fabbrica di mattonelle datata anni Venti a Marciano della Chiana e che ospita anche lo studio di design Officine904, il brand fondato dal fratello di Carlo, Paolo Porcu Rodriguez, e dalla compagna, la stilista Silvia Pavanello.

Colpisce noi golosi soprattutto la decisione di proporre nel cuore della Toscana carnivora una cucina che sfrutta tanto gli ingredienti vegetali – molti provenienti dall’azienda agricola e biologica di famiglia. Non manca mai un piatto senza glutine, vegetariano o vegano.

Chef
Carlo Porcu

In sala
Manuela Parati

Contatti

+39 347 3321247
via dell'Esse, 1
52047 - Marciano della Chiana (Arezzo)
lacucinadellalodola.it
info@lacucinadellalodola.it


Chiusura
lunedì e martedì; a pranzo aperti solo da venerdì a domenica
Ferie
variabili a novembre e a febbraio
Carte di credito
no American Express
Menu degustazione
50 euro
Antipasto
12 euro
Primo
14 euro
Secondo
15 euro
Dolce
8 euro
Coperto
3 euro

Cos'ha scoperto lo chef
la terra
Perché fermarsi
perché nel cuore della Toscana carnivora si dà tanto spazio alle armonie vegetali: provare La Quaglia, che viene accostata a crema di mais, rucola, peperone croccante, fagiolini e scorzone

Lo chef consiglia
Osteria della Lodola, via Piana 19, Foiano della Chiana (Arezzo)

+39.0575.649660

Dove dormire
villa La Lodola, via Piana 19, Foiano della Chiana (Arezzo), lalodola.com

+39.0575.649660

Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it

Condividi l'articolo