Puglia

Le Macàre

A Le Macàre (affascinanti fattucchiere della tradizione salentina) domina il bianco, esaltato dai tavoli decapati grigio-tortora e dai quadri di Pierpaolo Gaballo, il designer che ha impreziosito anche il bel menu, sorta di libretto per business card in cui i biglietti rubricano ciascuno un piatto: il ristorante sembra insomma volersi presentare da sé.

In cucina ci sono mamma (Daniela Montinaro) e figlio (Vincenzo D'Aprile); in sala l'altra figlia, Stella, e Pasquale Lippolis, a completare l'affiatata famigliola. Daniela si definisce con ironia una "bocca di rose del cibo" o una "massaia immolata alla cucina": molti dei suoi piatti, ammette, sono retaggio della cucina materna. Una cucina solida, intensa, che va dritto al sodo senza smancerie. Con ficcanti impennate di gusto, come lo Sformato di broccoli e polenta salentina con crema di formaggi, la perla dell'antipasto misto. O il sapore mirabolante dei piselli (che arrivano dritti dritti dall'orto sinergico del coworking agricolo Staiterraterra della vicina Racale) nel divertente Omaggio agli anni Ottanta Santorini: tortelli ripieni di salumi del salumificio Santoro, panna fresca, prosciutto di suino nero e (appunto) piselli.

Tra i secondi spicca la Coppa di maialino cotto a bassa temperatura con peperoni in agrodolce. Che detto così sembra una sfida digestiva, e invece scivola via con sorprendente delicatezza. Dolci golosissimi. Musica in sottofondo apparentemente troppo sofisticata per lo stile della cucina, ma forse è un messaggio in codice. In sala tutto scorre con premurosa naturalezza. Cantina con belle etichette.

Chef
Daniela Montinaro

Sous-chef
Vincenzo D'Aprile

Ai dolci
Daniela Montinaro

In sala
Stella D'Aprile

In cantina
Pasquale Lippolis

Contatti

+39 0833 282192
via Mariana Albina, 140
73011 - Alezio (Lecce)
lemacare.it
pasquale@lemacare.it


Chiusura
il martedì, mai d'estate
Ferie
variabili tra ottobre e novembre
Carte di credito
no American Express e Diners
Antipasto
10 euro
Primo
13 euro
Secondo
13 euro
Dolce
6 euro
Coperto
2 euro

Cos'ha scoperto lo chef
l'affumicatura
Perché fermarsi
per la Pizza di patate, insaporita da una cipolla stufata allo sfinimento e dal tocco del Gavoi

Lo chef consiglia
400 Gradi, via Adriatica 4/d, Lecce, andreagodi90@gmail.com: la pizza verace di Andrea Godi, la migliore del Salento

+ 39.391.3318359

Dove dormire
Palazzo Castriota, via Umberto I 39, Alezio (Le), info@palazzocastriota.com

+ 39.0833.281610

Antonio Chinellato
Antonio Chinellato

Docente umanista, musicofilo barocco, gourmand postmoderno. Collabora anche con Radici Dolce Guida

Condividi l'articolo