Piemonte

Settesì

Alessandro Giai Miniet e Laura d'Aprile trasmettono pace et serenità: lui chino sui fornelli, là, dietro al pass, lei in sala sorridente e accogliente. Sono giovani ma sanno cosa vuol dire lavorare: lui è cresciuto alla corte di Davide Scabin e insieme a Laura, per anni, hanno avuto il bel Ristorante della Sacra sul picco della Sacra di San Michele, all'imbocco della val di Susa. Portare i clienti in coppa al monte non era facile, così hanno fatto come Maometto: hanno trovato questi bei locali che già erano occupati dallo stellato Vo, li hanno ristrutturati con un gusto design e minimal - tutto tinte oliva, tratti moderni, neon parallelepipedi, mattoni, ottoni, legni - e vi hanno portato una cucina nitida come gli arredi.

Pochi piatti con pochi ingredienti, accostati con rigore e un tocco di estro, qualche piccolo omaggio al Maestro (il vitello tonnato è dichiaratamente scabiniano). I Gamberi viola marinati nella violetta (profumatissimi) con il puré di patate viola e la fonduta di blu (anche qui c'è aria di Combal); il loro classico Uovo poché avvolto nella fontina, panato e fritto; il Risotto pane, burro, acciughe e tartufo nero; la Calamarata pomodorini e bottarga; la Coscia d'anatra confit con insalatone di carote. Come si vede: tre ingredienti, sapori, semplicità.

E per finire, la teca di formaggi da cui scegliere il meglio del Piemonte (a seguire, magari, uno dei tre dolci, come nocciola e lampone). Prezzi molto giusti per un locale che vuole diventare una sosta accogliente per tutti: infatti "settesì" in piemontese significa "siediti qui".

Chef
Alessandro Giai Miniet

Ai dolci
Laura d'Aprile

In sala
Laura d'Aprile

In cantina
Laura d'Aprile

Contatti

+39 334 3330101
via Andrea Provana, 3b
10123 - Torino
settesi.it
info@settesi.it


Chiusura
domenica e lunedì
Ferie
variabili
Carte di credito
no American Express e Diners
Menu degustazione
40 euro
Antipasto
11 euro
Primo
13 euro
Secondo
15 euro
Dolce
7 euro

Cos'ha scoperto lo chef
le farine integrali e i distillati analcolici
Perché fermarsi
per provare la cucina di una delle migliori promesse della città

Lo chef consiglia
Gîte d'étape le Toët, Col du Mont-Cenis, Lanslebourg-Mont-Cenis, Francia, giteletoet.com

+33.4.79059567

Dove dormire
Hotel NH Collection Torino, Piazza Carlo Emanuele II 15, Torino

+39.011.8601611

Luca Iaccarino
Luca Iaccarino

viaggia e mangia per Lonely Planet, Osterie d'Italia, Repubblica e la collana I Cento (EDT). Ha scritto "Dire Fare Mangiare" (ADD), "Cibo di strada" (Mondadori), "Il Gusto delle piccole cose" (Mondadori Electa) e ama andar per trattorie e ristoranti di blasone portandosi dietro una moglie riottosa e due figli onnivori

Condividi l'articolo