Russia

Kokoko

Il cuoco più interessante di San Pietroburgo si chiama Igor Grishechkin, ha 35 anni e viene da Smolensk, una cittadina più a sud, al confine con la Bielorussia. Con rudimenti di cucina italiana e francese nel bagaglio, nel 2013 prende il timone dell’elegante Kokoko, un appendice del W hotel, vicino alla Prospettiva Nevsky.

Non è facile concepire una cucina creativa o “fine dining” in un paese precipitato per 70 anni nel letargo gastronomico. Ma i millennial russi stanno lentamente sgomberando il campo dalle abitudini sovietiche. È a loro che si rivolge lo chef al giovedì, l’unico giorno della settimana in cui sfodera il menu creativo da 5.000 rubli (circa 70 euro), negli altri dì soverchiato da più rassicuranti borscht, storioni grigliati e crème brûlée. 

Dietro a qualche impiatto rustico à la grande Nord (il fieno, i brandelli di foresta, i sassi del fiume) c’è un piacevole senso di playfulness, in ognuna delle 12 corse del menu, dall’uovo come una meringa del benvenuto (Kokoko è il verso universale del volatile), servito nella confezione delle uova, fino al lollipop gelatinoso della piccola pasticceria. Contenuto russi al 100%, come quelli dell’ormai celebre Uovo Fabergè di cioccolato bianco, caviale e oro, che riprende il gioiello pasquale che Alessandro III regalava ogni anno alla regina. E la Kasha isz topora, l’antica leggenda della Zuppa di pietra, in cui un uomo armato d’ascia (che qui è di burro e nero di seppia che poi si scioglie nella ciotola) cucina porridge volante.
 

Chef
Igor Grishechkin

Sous-chef
Konstantin Sychev

Ai dolci
Yekaterina Sereda

In cantina
Yulia Khaybullina

Contatti

+7 812 418 2060
Voznesensky prospect, 6
190000 - San Pietroburgo
kokoko.spb.ru
info@kokoko.spb.ru


Chiusura
mai
Ferie
mai
Carte di credito
no Diners Club e American Express
Menu degustazione
2.900 e 5.000 rubli
Antipasto
450 rubli
Secondo
850 rubli
Dolce
450 rubli
Tavolo dello chef per 8 persone

Cos'ha scoperto lo chef
il polpo cotto in foglie di mais fermentate,con una salsa di semi di zucca del popup Noma in Messico
Perché fermarsi
per scoprire un talento in rampa di lancio nel panorama della nuova cucina russa

Lo chef consiglia
il caffŔ pasticceria dell'Eliseev Merchants Shop, Nevsky prospekt 56

+7.(812).456.6666

Dove dormire
W Hotel San Pietroburgo, Voznesensky prospect, 6, San Pietroburgo, wstpetersburg@whotels.com

+7.(812).610.6161

Gabriele Zanatta
Gabriele Zanatta

classe 1973, laurea in Filosofia, giornalista freelance, coordina i contenuti della Guida ai Ristoranti di Identità Golose dalla prima edizione (2007), collabora con varie testate e tiene lezioni di gastronomia presso diversi istituti e università. twitter @gabrielezanatt

Condividi l'articolo