Lombardia

La Rampina

Seguiamo con simpatia ormai da qualche anno la bella crescita di Luca Gagliardi, chef classe 1985: da rampollo nello storico ristorante di famiglia - dove a tenere banco erano papà Lino e il compianto zio Angelo, nel suggestivo casale del Cinquecento alle porte di Milano - alle prime esperienze blasonate in Francia e all’Albereta da Gualtiero Marchesi, fino al ritorno a casa, con la ricerca di un diverso punto di equilibrio tra la proposta di sempre, fondata sui classicissimi piatti milanesi e lombardi, e una che mostrasse maggiori innesti di contemporaneità, basata soprattutto su pesce e verdure.

In passato tale bilanciamento ci pareva ancora piuttosto imperfetto, la Rampina 2.0 troppo didascalica. Non così ora: Gagliardi jr ha sviluppato la necessaria personalità per determinare un proprio stile, s’affrancato dal peso dell’onerosa eredità culinaria che lo sovrastava. La tradizione non è dimenticata, in carta rimangono piatti come il Risotto al ragù di fagianella sfumato al Brandy, la Costoletta di vitello alla milanese o l’Oca in agrodolce con le mele, come sempre ben realizzati, Lino Gagliardi non molla di un centimetro.

La novità è che anche la parte creativa del menu, affidata a Luca, appare davvero convincente. Ottima, ad esempio, l’armonia di un piatto che poteva risultare azzardato quale il Risotto ai gamberi mantecato al latte di cocco e lime, quasi sorprendente. Gustosi la Ricciola affumicata con olio allo zenzero e il Tonno con cipolle di Tropea e wasabi... In definitiva: La Rampina pare aver trovato la strada giusta per il proprio futuro, il trapasso generazionale è andato a buon fine.

Chef
Lino e Luca Gagliardi

In sala
Lorenzo Gagliardi

In cantina
Dario Rotella

Contatti

+39 02 9833273
via Emilia, 3
20098 - San Giuliano Milanese (Milano) - frazione Rampina
rampina.it
rampina@rampina.it


Chiusura
mercoledì
Ferie
variabili
Prezzo medio vino escluso
40 euro
Menu degustazione
50 e 60 euro

Perché fermarsi
perché i Gagliardi, padre e figlio, hanno trovato il giusto equilibrio in cucina tra classicità e contemporaneità

Lo chef consiglia
ristorante Lodigiani, strada provinciale 40, Francolino, Carpiano (Milano): per le specialità di pesce

+39.02.9815538

Dove dormire
agriturismo cascina Santa Brera, via Cascina Santa Brera, San Giuliano Milanese (Milano)

+39.02.9838752

Carlo Passera
Carlo Passera

classe 1974, giornalista professionista, si è a lungo occupato soprattutto di politica e nel tempo libero di cibo. Ora fa esattamente l'opposto ed è assai contento così. Appena può, si butta sui viaggi e sulla buona tavola. Caporedattore di identitagolose.it

Condividi l'articolo