Colombia

Leo

Leonor Espinosa e sua figlia, Laura, sono le due donne forti e di talento alla guida di Leo. È il ristorante che celebra la cultura colombiana, come mezzo per comunicare i tanti tesori culinari del Paese. “Gastronomia sociale” è il loro motto e di recente sono state insignite del premio Basque Culinary World Prize per la loro fondazione, Funleo, che si concentra sullo sviluppo sostenibile di comunità bisognose.

Mentre Leo dirige la cucina, Laura si occupa di un singolare programma “liquido” per armonizzare gli squisiti piatti del menu degustazione. Ha creato un’interessante collezione di liquori artigianali con i sapori dei vari ecosistemi e biomi colombiani e questo ha reso il menù degustazione di Leo un mix unico di solidi e liquidi. La cucina della chef è innovativa e coinvolgente e l’attenta ricerca permette di portare nel piatto, con un chiaro segno distintivo, l’incredibile biodiversità colombiana, la tradizione e la modernità.

Cresciuta a Cartagena, nella regione della costa caraibica, Leo ha un vero asso nella manica: dei sapori che nessun altro conosce. Inoltre il suo cibo è anche unico dal punto di vista estetico. L'arte, il design e l’architettura sono parte delle passioni di Leo e la sala del ristorante lo dimostra in modo molto sottile. Questo è l’anno in cui Leo Espinosa sta raccogliendo i frutti di molti anni di duro lavoro e dedizione alla cucina colombiana. È stata da poco premiata da The World’s 50 Best Restaurants come migliore chef donna in America Latina.

Chef
Leonor Espinosa

Sous-chef
John Freddy Ocampo

Ai dolci
Eduardo Solano

In sala
Camilo Osorio

In cantina
Laura Hernández-Espinosa

Contatti

+57 1 2867091
calle 27b #6-75, Pasaje Mompox, Centro
- Bogotà
restauranteleo.com
reservas@restauranteleo.com


Chiusura
domenica
Ferie
23 dicembre-14 gennaio
Prezzo medio vino escluso
165 peso colombiano
Menu degustazione
220.000 peso colombiano
Antipasto
30,000 peso colombiano
Secondo
65,000 peso colombiano
Dolce
25,000 peso colombiano

Cos'ha scoperto lo chef
il cacay o sacha inchi, una noce che cresce dalle Ande alla giungla
Perché fermarsi
perché è l'unico ristorante fine dining in Colombia con una chiara identità nel piatto. E perché ha un potente progetto sociale a supporto dei piccoli artigiani

Lo chef consiglia
Plaza de Mercado de Paloquemao, plazadepaloquemao.com: il mercato locale pubblico che riassume tutta la biodiversità colombiana

+

Dove dormire
Hotel Tequendama, carrera 10 n. 26-21, Bogotà, info@sht.com.co

+ 57.1.3822900

Luciana Bianchi
Luciana Bianchi

Italo-brasiliana, è cuoca e food writer. Tra le varie collaborazioni, firma il blog della World’s 50 Best

Condividi l'articolo