Austria

Chef's Table del Rote Wand

Il ristorante Schualhus si trova fiabescamente in un edificio scolastico di un piccolo villaggio di montagna e si caratterizza per uno Chef's Table che riprende il concetto del Brooklyn Fare di New York: un lungo bar intorno alla cucina dove non più di 18 ospiti possono vedere lo chef Max Natmessnig mentre si cimenta in cucina. Lo scenario può far pensare a un ambiente che non esprime una grande comunicativa, eppure ne vale veramente la pena vedere all’opera questo giovane maestro della cucina che s’è messo in luce per 3 anni come sous-chef presso due top demiurghi creativi come Sergio Herman del Oud Sluis, in Olanda, e Cesar Ramirez, appunto, al Brooklyn Fare.

Il menu inizia con uno "staccato" di snack iper-elaborati che si snocciolano armoniosamente in una sequenza di 8 diverse mini-portate. La zuppa di gamberi di fiume - una composizione dalla texture delicatissima - nasconde una sorpresa sul fondo del crogiolo, ovvero una crema caramellatta riduzione di essenza di crostacei che è una tale magnificenza che... più di così non si può chiedere dalla vita!

E così la carrellata continua, di portata in portata: l‘Insalata di pomodori con granita di dragoncello fantasticamente aromatica, è un vero e proprio lampo di gelo nella canicola della calura estiva. Il salvelinus selvatico (un pesce alpino) marinato, dal vicino laghetto, con una vinaigrette di buttermilk e crauti, per freschezza e complessità sembra stregare come in un atto di faustiana negromanzia. L'emulsione di estratti di pesce affumicati e crauti rendono un morbido uovo sodo un monumento di delizie. Conclusione: un pasto a Zug am Arlberg ha tutti gli ingredienti per far tremare i polsi, lasciando un ricordo per un bel pezzo. In aggiunta, i più attivi possono farsi una bella passeggiata tra i monti, o una sciata di alta classe.

Chef
Max Natmessnig

In sala
Burgi Rieder

In cantina
Burgi Rieder

Contatti

+ 43 5583 34350
Zug, 5
6764 - Lech am Arlberg
rotewand.com
gasthof@rotewand.com


Chiusura
domenica
Ferie
1 maggio-30 giugno e 15 ottobre-30 novembre
Menu degustazione
190 euro

Cos'ha scoperto lo chef
il lucioperca del lago di Costanza e il salmerino alpino
Perché fermarsi
perché Natmessnig ha una mano geniale sulle salse

Lo chef consiglia
la Jausenstube Schualhus, nello stesso complesso, cucina tradizionale austriaca

+ 43.5583.3435614

Dove dormire
nelle stesse stanze dell'hotel Rote Wand

+

Severin Corti
Severin Corti

austriaco, è food editor del quotidiano austriaco Der Standard e caporedattore della Guida Slow Food Country Innsdel suo paese. Collabora con Frankfurter Allgemeine Zeitung

Condividi l'articolo